Categoria A1 – SCREENING PERSONE E BAGAGLI

Categoria A1 - SCREENING PERSONE E BAGAGLI

DESTINATARI

Personale* che effettua il controllo (screening) delle persone, del bagaglio a mano, degli oggetti trasportati e del bagaglio da stiva

Categoria A1 (paragrafo 11.2.3.1 Regolamento (UE) 185/2010)

* L’ammissione al corso è subordinata all’esito positivo del controllo dei precedenti personali (background check) in osservanza a quanto indicato al punto 11.1.3.1 del PNS.

OBIETTIVI

I principali obiettivi sono il raggiungimento della padronanza di tecniche di screening, comprese le tecniche di ispezione manuale, la capacità di utilizzare le apparecchiature radiogene e gli apparati per la rilevazione di metalli e/o esplosivi al fine di riconoscere e identificare oggetti sospetti e proibiti ed adottare le azioni appropriate.

MODALITÀ DI EROGAZIONE

Formazione iniziale

La formazione iniziale deve essere effettuata e completata con successo prima che il personale sia autorizzato a svolgere i controlli di sicurezza senza supervisione.

Formazione teorica: 21 ore + Formazione pratica: 21 ore + Formazione on-the-job secondo specifica attività, come da dettagli del manuale della formazione ENAC.

L’acquisizione delle conoscenze ed abilità richieste deve essere dimostrata con il superamento di un test finale di apprendimento, teorico e pratico, effettuato a cura dell’istruttore certificato.

Formazione periodica

Il personale che utilizza apparecchiature radiogene o sistemi EDS, conformemente al punto 11.4.1 del Reg.UE185/2010, è “sottoposto ad addestramento e prova di approvazione di immagine per almeno 6 ore ogni 6 mesi”

Lo stesso personale, in aggiunta, deve effettuare ogni anno un corso di aggiornamento sulle competenze già acquisite ed eventuali innovazioni di almeno 7 ore.

Il personale che non utilizza apparecchiature radiogene o sistemi EDS deve essere sottoposto a formazione periodica annuale sulle competenze già acquisite ed eventuali innovazioni di almeno 14 ore.

CONTENUTI

Formazione di base

La formazione di base, secondo le indicazioni del paragrafo 11.2.2 del Regolamento

UE 185/2010, comprende i seguenti contenuti:

  • conoscenza degli atti di interferenza illecita già commessi nel passato nell’ambito dell’aviazione civile, degli atti terroristici e dei rischi attuali
  • conoscenza del quadro giuridico per la sicurezza dell’aviazione
  • conoscenza degli obiettivi e dell’organizzazione della sicurezza aerea, compresi gli obblighi e le responsabilità delle persone che effettuano i controlli di
  • sicurezza
  • conoscenza delle procedure di controllo degli accessi
  • conoscenza dei sistemi di tesserini di approvazione utilizzati in aeroporto conoscenza delle procedure per contestare le persone e delle circostanze nelle quali le persone devono essere contestate o segnalate
  • conoscenza delle procedure di comunicazione capacità di individuare articoli proibiti
  • capacità di rispondere adeguatamente agli incidenti relativi alla sicurezza conoscenza di come il comportamento umano e le reazioni possono influire sulle prestazioni di sicurezza
  • capacità di comunicare in modo chiaro e con fiducia

 

Formazione specifica

La formazione specifica, secondo le indicazioni del paragrafo 11.2.3.1 del Regolamento UE 185/2010, viene impartita in relazione all’attività che l’addetto alla sicurezza (passeggeri/bagaglio a mano e/o bagaglio da stiva) deve svolgere.

DURATA

  • 21 ore teoria
  • 21 ore pratica
  • On the job

A CHI SI RIVOLGE

  • Aspiranti lavoratori
  • Personale aeroportuale
  • Personale di Impresa di Sicurezza

CODICE

  • Skmd0091

Comments are closed.